Qui e Ora a Febbraio

Qui e ora a febbraio…

Certo che abbiamo di che consolarci, in questo mese! Carnevale,  San Valentino e la stagione ancora fredda che induce a passare tempo in cucina il cibo è sempre protagonista. Ma se vogliamo che il mangiare sia gioia autentica e non uno strumento attraverso cui far passare sentimenti non sempre positivi, è fondamentale una nostra viva consapevolezza. Non sono io a dirlo (tranquilli) ma il fior fiore di psicologi, psicoterapeuti e nutrizionisti che ogni giorno scrivono su riviste del settore.

Coccolarsi con il cibo
Mangiare è necessario per fornire energia e principi nutitivi ma è anche uno dei piaceri più grandi della vita. Se riusciamo a mettere insieme le due cose il gioco è fatto. Proviamo a fare una “carrellata” di alcuni cibi che troviamo facilmente in questo mese di febbraio. E senza “stravolgere” più di tanto le nostre abitudini scopriamo quanto è facile apportare dei benefici a tavola. La soddisfazione sarà che i risultati positivi non tarderanno a farsi vedere e sentire.

Una volta che abbiamo abbastanza chiaro come deve essere impostato un rapporto sereno con ciò che mangiamo a pranzo e a cena per proteggere il nostro sistema immunitario, la nostra pelle e il nostro intestino, arriva il momento di una gratificazione, e “dulcis in fundo” qualche suggerimento goloso per festeggiare i giorni importanti di questo mese. Insomma “Comfort si, grasso no”: come non essere d’accordo?

Proviamo ad inserire questi alimenti almeno 4 volte a settimana…

Finocchio, tanta dolcezza poche calorie.
Inserire questo ortaggio almeno ad un pasto apporterà dei notevoli benefici: aiuta a ridurre il gonfiore addominale, è diuretico e contribuisce a mantenere i denti puliti e gengive sane.

Da provare l’insalata di finocchio, arancio e olive nere:
Finocchio tagliato sottile, un’arancia bio a fettine, olive nere, sale e olio e.v.o. Un piatto delizioso che raggruppa tante proprietà nutritive.

Banana, la dolce pausa di benessere
La banana, dolce e profumata è il comfort food di eccellenza. Ricca di potassio contrasta i crampi, sostiene l’attività sportiva e aiuta a riprendere energia dopo gli stati influenzali grazie alle vitamine del gruppo B.

Da portare come snack fuori casa perchè pratica da mangiare, ma può essere consumata a colazione in aggiunta allo yogurt o al muesli. Ma se ti piace qualcosa di caldo in inverno, provala nel porridge:

Fai bollire uno o due cucchiai di fiocchi di avena per qualche minuto in 100 ml di acqua o latte o latte vegetale. Quando saranno cremosi aggiungi la banana schiacciata e una spolverata di cacao. Eventualmente puoi arricchire questo porridge con noci e nocciole per una colazione completa. 

Cavolo cappuccio verde e violaIdee Green per il Nuovo Anno...migliorano la pelle e l'umore!

Il cavolo cappuccio che ci crediate o no, è una vera risorsa in cucina. La sua struttura lo rende molto resistente alla conservazione. Coperto in un panno dura in frigorifero per molti giorni, e personalmente lo considero la mia “riserva” di ortaggi, permettendomi di non trovarmi mai senza verdura da mangiare sia cotta che cruda.
Le foglie esterne sono adatte per la cottura, quelle interne per essere mangiate crude. Buonissime grattugiate o tagliate sottili nelle insalate, sono ricche di vitamina C e di tanti minerali.

La mia ricetta preferita la preparo con il cavolo cappuccio rosso….

Foglie esterne di cavolo cappuccio rosso tagliate a striscioline, mezza mela a dadini, un cucchiaio di uvetta, un cucchiaino di spezie miste di cumino e finocchio, mezzo spicchio di aglio, sale, un cucchiaio di olio e.v.0.

Mettete tutti gli ingredienti in una padella con 50 ml di acqua e cuocete a fuoco medio per dieci minuti mescolando spesso.
Potete servire questa preparazione come contorno o per preparare crostoni di pane integrale oppure farcire una……Torta salata*….

Torta salata al cavolo cappuccio rosso (ricetta per 6 persone)

Per la pasta: 100 g di farina di grano saraceno, 100 g di farina di riso integrale, 50 g di farina di castagne, un uovo, 50 ml di acqua, un pizzico di sale, 70 ml di olio e.v.o. mezza bustina di lievito istantaneo a base di bicarbonato e cremor tartaro.

  1. Rompete l’uovo in un recipiente, aggiungete l’acqua, l’olio e le farine miscelate con il lievito e il sale.
  2. Lavorate gli ingredienti fino ad ottenere un impasto consistente. Fatene una palla, coprite con una pellicola e lasciate riposare in frigorifero.

Nel frattempo preparate il cavolo.

Per la farcitura: 300 g di cavolo cappucco rosso tagliato a striscioline sottili, un cucchiaio di uvetta, un cucchiaio di pinoli, un cucchiaino misto di cumino e finocchio, una mela tagliata a dadini, un porro tagliato a rondelle, sale, un cucchiaio di olio e.v.o.

  1. Mettete tutti gli ingredienti tranne i pinoli in una padella con mezzo bicchiere di acqua.
  2. Fate cuocere a fuoco vivace per quindici minuti mescolando spesso.
  3. Fate raffeddare il cavolo stufato e aggiungete i pinoli.

Stendete la pasta in una teglia rotonda rivestita di carta da forno. Cercate di alzare i bordi ai lati per contenere bene la farcitura. Riempite quindi con il cavolo e livellate bene. Cuocete la torta salata per 35 minuti a 180°C in forno precedentemente riscaldato.

Cacao…nella sua forma più naturale (e più sana)…Le Fave

Il cacao, o meglio il cioccolato che ne deriva è uno degli alimenti più amati: non a caso il suo nome botanico è Theobroma cacao, cioè “cibo degli dei”. Golosità e comfort food per eccellenza, viene gustato in ogni sua forma, purtroppo perdendo le sue proprietà originali di cibo sano, ma acquistando quelle di alimento spazzatura.

Se vogliamo far entrare questo alimento nella nostra tavola senza sensi di colpa, ma anzi come qualcosa che arricchisce la nostra “dieta” sin dal punto di vista fisico che mentale (perchè è piacevole!) lasciamo sugli scaffali del supermercato i prodotti convenzionali ed iniziamo ad acquistare le fave di cacao.

Le fave di cacao sono i semi della pianta. I semi dopo la raccolta vengono puliti,  fatti essiccare e tostati per esaltare l’aroma. In commercio si trovano con il nome di “fave di cacao”. Possiedono un gusto intenso di cioccolato, hanno poche calorie, molti sali minerali e il suo principio attivo la Theabromina migliora il tono dell’umore. Una vera golosità da gustare magari a fine pasto, a colazione o aggiunta a torte e biscotti in alternativa delle gocce di cacao!

 

 

 

Lasciami un commento

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all'utilizzo dei cookies in conformità con i termini di uso.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi